popular mechanics hempEra il lontano 1937 quando la rivista Popular Science pubblicò  l’articolo “Hemp: The New Billion-Dollar Crop”, che elencava oltre 25mila possibili utilizzi industriali di questa pianta (nella foto).

E mentre in tutto il mondo questa coltura sta tornando a guadagnare l’attenzione che merita non tutti conoscono la vastità delle applicazioni a cui può essere destinata.

Qui di seguito ne riportiamo 5, che spaziano dalla sempre più richiesta bioedilizia, ad applicazioni al limite della scienza.

 

1 Tessuti anti-batteri

Una società del Colorado sta usando la canapa per combattere la diffusione delle infezioni da stafilococco negli ospedali. Il motivo è che dalla canapa si ottiene un tessuto antibatterico, al contrario di cotone e tessuti in poliestere, in cui è noto che i batteri sopravvivano giorni e addirittura mesi. Varie sostanze chimiche che si trovano nella canapa hanno dimostrato di possedere proprietà antibatteriche e antifungine. Il tessuto di canapa della EnviroTextile è ancora in fase di sviluppo, ma ha già mostrato risultati promettenti nei test di laboratorio iniziali.

2 Isolamento termico e acustico

Isolamento-tetto-4-e1348617763107L’isolamento di edifici e tetti a base di canapa sta rapidamente diventando un’alternativa ecologica ai materiali tradizionali come la lana minerale. Non solo la canapa è una materia prima più sostenibile, ma il prodotto finale ha la capacità di essere carbonio-negativo, e quindi di assorbire i gas serra ed è come se la casa “respirasse”. E’ ottima sia per l’isolamento acustico che per quello termico, risultando un materiale capace di trattenere il calore d’inverno, e di traspirare d’estate.

3 Mattoni in calce e canapa

Il composto di calce e canapa può essere utilizzato per una varietà di esigenze di costruzione che spaziano dalla muratura portante a quella divisoria, per arrivare alla pavimentazione. Oltre ad essere anche loro carbonio-negativi, i biomattoni hanno proprietà isolanti e capacità naturali di regolazione dell’umidità.

4 Automobili

Cannabis-nelle-porte-della-BMW-i3Si può trovare la canapa in auto prodotte da Audi, BMW, Ford, GM, Chrysler, Mercedes, Lotus e Honda, tra gli altri. Il biocomposto in fibra di canapa è resistente come la fibra di vetro, ma incredibilmente leggero. Auto elettriche come la BMW i3 fanno molto affidamento su queste nuove bio-plastiche con le quali vengono realizzate le portiere che risultano più leggere del 10% rispetto a quelle realizzate con materiali tradizionali.

 

5 Grafene e nanomateriali

Il grafene è spesso pubblicizzato come il futuro delle nanotecnologie essendo il materiale più sottile, più forte, e più leggero mai realizzato. Ma come si comporta la canapa a confronto? A quanto pare, è ancora meglio. All’inizio di quest’anno un gruppo di ingegneri chimici dell’University of Alberta ha trasformato le fibre di canapa in un nanomateriale con proprietà simili al grafene, ma con un costo finale molto più basso. Inoltre nell’ambito di dispositivi di accumulo di energia come batterie e condensatori, il nanomateriale in canapa ha mostrato “proprietà elettrochimiche di stoccaggio superiori” rispetto al grafene.

In molti ambiti la ricerca è ancora nelle sue fasi iniziali, ma se i risultati saranno confermati, la canapa potrebbe essere utilizzata in una vasta gamma di applicazioni nanotecnologiche.

Fonte: Leafscience.com

Redazione Canapaindustriale.it

commenti su facebook