Chanvre00In Colorado è stato lanciato un progetto di regolamentazione per la coltivazione di canapa industriale e iniziative simili stanno per essere prese anche in OregonTennessee.

La proposta del Colorado, annunciata nei giorni scorsi, prevede controlli per agricoltori di canapa, oltre al pagamento di 1 dollaro per acro insieme alla tassa annuale di 200 dollari. Secondo Krex News sarà esaminata questa settimana dal Dipartimento di Stato per l’Agricoltura .

Mentre è opinione comune che l’emendamento 64 abbia rimosso il divieto federale sulla coltivazione di canapa a scopi industriali, sono in molti a chiedere ulteriori chiarimenti. D’altra parte, alcuni agricoltori coraggiosi hanno deciso di andare avanti comunque. Tra loro il coltivatore del Colorado Ryan Loflin, protagonista della prima raccolta di canapa negli Stati Uniti da più di 50 anni.

Secondo WBIR News sono almeno dieci gli Stati che stanno spingendo per una regolamentazione più precisa. Il senatore del Tennesse Frank Niceley ha recentemente annunciato un disegno di legge per legalizzare la coltivazione. E secondo Dharma Pitchay della Tennessee State University, le aree del Paese con terreno acido e ricche di acqua sono ideali per la coltivazione della canapa.

L’Associated Press ha scritto che in Oregon il Dipartimento di Stato per l’Agricoltura ha selezionato un comitato di esperti agricoli e politici, per valutare le opportunità e i progetti delle nuove norme saranno presentati la prossima primavera.

In generale la canapa può essere utilizzato per una vasta gamma di prodotti tra i quali i semi. Secondo le stime del The Daily Caller, i produttori di sementi di canapa canadesi arrivano a guadagnare fino a 1.000 dollari per acro, a fronte dei poco più di 300 dollari per acro del grano.

Mentre persistono i problemi a livello normativo, gli Stati Uniti importano una notevole quantità di canapa grezza ogni anno per la creazione di prodotti finiti. Alcune stime collocano il mercato al dettaglio degli Stati Uniti per i prodotti in canapa a quasi 500 milioni di dollari l’anno.

Redazione Canapaindustriale.it

commenti su facebook