Chateau Maris3Château Maris, una cantina francese che produce vini biodinamici e biologici, ha creato un edificio con mattoni in canapa e calce che, sormontato da un tetto verde con pannelli solari, produce tanta energia quanta ne consuma.

I mattoni biodegradabili creano una cantina di 9mila metri quadrati che oltre all’autosufficienza energetica e alla garanzia di mantenere temperatura e umidità costanti, assorbono anche CO2 dall’ambiente circostante. E non c’è stato bisogno di installare ulteriori sistemi per riscaldare, raffreddare o ventilare la struttura.

Chateau Maris air tunnelLe incredibili qualità della canapa impiegata in edilizia, come appunto l’isolamento o la caratteristica traspirazione, mantengono l’edificio caldo in inverno e fresco in estate ad una temperatura costante compresa tra i 13 e i 18 gradi. Due pareti esterne collegate da un tunnel (nella foto) isolano anche contro l’eventualità di temperature estreme e nel caso fosse necessario un maggior flusso d’aria per ridurre il calore generato dalla fermentazione, un condotto nel tetto della cantina può essere aperto e chiuso manualmente.

Kevin Parker, titolare dell’azienda, è anche Ceo di Sustainable Insight Capital Management (SICM), una società di gestione d’investimenti focalizzata su aziende che fanno maggior attenzione a tematiche ambientali e sociali. Dopo cinque anni di ricerche, ha scelto la combinazione in canapa e calce dopo aver valutato altre opzioni naturali come la pietra, la terra battuta o la paglia. Il motivo è che ha esaminato i cicli di vita dei materiali possibili e ha scoperto che la canapa era prodotta localmente ed era la meno costosa. Anche il fatto che non necessiti di irrigazione o fertilizzanti e gli effetti positivi della coltivazione sul suolo, sono fattori che hanno contribuito alla scelta finale. Inoltre i mattoni di canapa sono molto leggeri, facili da trasportare e durante la lavorazione il processo sequestra altra CO2. Secondo la società è un edificio biodegradabile che sequestrerà 44 chili di CO2 per metro quadrato per i prossimi 20-25 anni.

Château Maris ha ottenuto la certificazione LEED Platinum: oltre a utilizzare i LED per tutte le luci, cattura l’acqua piovana, ricicla le acque reflue e ha in programma di arrivare al 100% di autosufficienza energetica grazie all’eolico e al solare. Per finire, i vini sono in bottiglie di vetro riciclate con etichette in carta riciclata.

Redazione Canapaindustriale.it

 

commenti su facebook