pasta di canapaContinua la nostra avventura nel mondo nutriente e gustoso della canapa alimentare. Come promesso, dopo l’antipasto, vogliamo mostrarvi la preparazione di un primo. Dopo aver vagliato vari tipi di zuppe, un piatto per il quale la cannabis si presta per varie ricette, abbiamo deciso di dare invece spazio alla preparazione della pasta di canapa, per l’esattezza di un bel piatto di tagliatelle.

Ricordiamo che in Italia sono sempre di più le aziende che commercializzano prodotti a base di canapa, e quindi anche vari tipi di pasta. Naturalmente, in base alla filosofia che contraddistingue ciascun importatore o produttore, varieranno gli alimenti utilizzati per la preparazione. Per questo il nostro consiglio è quello di non guardare subito al prodotto che costa meno, ma di leggere prima la lista degli ingredienti di preparazione. I prezzi, essendo un mercato che sta nascendo ora, possono sembrare alti ai più, ma in molti casi sono giustificati dall’utilizzo di materie prime naturali e processi di lavorazione artigianali e solo quando il consumo raggiungerà il grande pubblico cominceranno a calare sensibilmente.

Ad ogni modo, qui sotto la ricetta, perché il piatto preferito dagli italiani, che ha contribuito a creare stereotipi distorti in tutto il mondo, diventi più nutriente che mai. Fare la pasta fresca in casa è una storia antica, come la coltivazione di canapa, che si può coniugare perfettamente con la modernità e richiede circa un’ora di tempo.

Ingredienti per 4 persone: 300 grammi di farina di semola, 80 grammi di farina di canapa, 150 grammi di acqua, sale.

tagliatelle canapa fatte in casaProcedimento: Formate la fontana mescolando le due farine, al centro aggiungete un pizzico di sale e metà dell’acqua e cominciate ad impastare. Mentre si procede con l’impasto aggiungere altra acqua. Un consiglio può essere quello di usare una spianatoia: infatti la rugosità del legno è più indicata di una semplice superficie liscia. Continuate a lavorare l’impasto finché non risulterà liscio ed elastico. Formate una palla e fatela riposare avvolta in un panno asciutto per circa mezz’ora. Stendere la sfoglia e ricavate delle tagliatelle o dei tagliolini. Potete condire questa pasta con del gorgonzola fuso oppure con un ragù di peperoni. Se volete un condimento più complesso un’ottima scelta potrebbe essere un sugo di porri saltati in padella con in aggiunta pinoli e noci.

Redazione Canapaindustriale.it

Pubblicato su Dolce Vita n°52 – maggio/giugno 2014

commenti su facebook