Shaun Crew Hemp Oil CanadaSono iniziati i lavori per la costruzione del più grande impianto di trasformazione di semi di canapa al mondo che nascerà a sud di Winnipeg, capitale della regione canadese Manitoba. L’azienda Hemp Oil Canada, che produce olio di canapa, proteine ​​di canapa e farina di canapa, ha annunciato la costruzione dell’impianto da 13,6 milioni dollari alla fine di settembre nella città di Ste. Agathe.

Secondo il presidente Shaun Crew (nella foto) il nuovo impianto, una volta entrato a regime, dovrebbe triplicare la capacità di produzione di olio di canapa che attualmente vale 3 milioni di sterline l’anno. “All’interno della struttura c’è ancora spazio per ulteriori attrezzature”, ha sottolineato durante una conferenza stampa, ponendo l’accento sull’inevitabile crescita industriale che porterà questo polo produttivo. Anche il governo federale ha deciso di collaborare al progetto fornendo un “contributo a fondo perduto” di 4,6 milioni dollari per la costruzione del nuovo impianto.

“La canapa sta decollando in questo paese, e uno dei motivi principali è proprio qui a Ste. Agathe” ha puntualizzato. D’altro canto il Canada è il più grande produttore di semi di canapa e prodotti commestibili derivati nel mondo. E Crew ha ampliato le dimensioni dell’impianto di trasformazione Hemp Oli Canada a Ste. Agathe più volte dalla fondazione della società nel 1998. L’attuale progetto di espansione, attualmente in corso, sarà il più grande e più costoso.

“L’industria sta maturando e gli ingredienti a base canapa sono stati utilizzati in tutti i tipi di prodotti alimentari, dai cereali canapa, passando per gelati e barrette nutritive”, ha detto Crew, che alla conferenza ha raccontato di indossare un paio di pantaloni e scarpe fatti di canapa. “Negli ultimi 10 anni, abbiamo avuto una crescita a due cifre ogni anno. Negli ultimi due o tre, che la crescita è stata almeno del 50% all’anno“.

La Hemp Oil Canada non vende prodotti a marchio proprio sugli scaffali dei negozi di alimentari, ma fornisce semi, olio e farine ai produttori di alimenti. Crew ha detto che il Nord America è il più grande mercato della società, ma l’azienda vha rapporti commerciali con altri 30 Paesi.

Probabilmente sarà necessario ampliare le coltivazioni di canapa nel Canada occidentale per fornire la materia prima necessaria all’impianto e in questa direzione i coltivatori canadesi hanno coltivato a canapa 90mila ettari di terreno contro i 70mila dell’anno scorso. Secondo Crew l’anno prossimo saranno superati i 100mila ettari. “Saremo ben oltre 100.000 marchio per il prossimo anno”, ha detto Crew. Per Russ Crawford, presidente della Canadian Hemp Trade Alliance gli ettari potranno diventare addirittura 250mila entro il 2018.

Russ Crawford, presidente della Canadian Hemp Trade Alliance, ha detto all’inizio di quest’anno che gli ettari di canapa canadese potrebbero raggiungere quota 250mila entro il 2018. Crew ha infatti spiegato che: “Sempre più aziende importanti che si dedicano alla trasformazione alimentare adottano la canapa come ingrediente. Sta andando tutto secondo i piani anche se ci è voluto più tempo del previsto per spiegare alle persone cosa rappresenti la canapa alimentare: è tutta una questione di salute, benessere e buon cibo”.

Redazione Canapaindustriale.it

commenti su facebook