Dalla bioplastica stampata in 3D ai cosmetici, passando per prodotti alimentari, canapulo e bioedilizia: Federcanapa porta un esempio dei prodotti italiani derivati dalla canapa prodotta nel nostro Paese. Le aziende rappresentate sono 7 tra quelle che appartengono alla federazione e saranno portate come esempio dell’evoluzione produttiva degli ultimi anni, che deve far fronte a diversi problemi per sviluppare le diverse filiere che la coltivazione di canapa permetterebbe di creare.

“Girando il mondo come vicepresidente di Federcanapa per diverse conferenze ho avuto l’idea di farmi dare un corner di volta in volta dove poter mostrare i prodotti dei nostri associati. Sono stata a BioFach in Germania, la più grande fiera d’Europa dedicata al biologico, ed ora sono in partenza per il Colorado, dove porterò altri prodotti. Lo farà anche alla prossima fiera di Atene, il Balkannabis Expo previsto per giugno”.

I prodotti, insieme ad altri provenienti da diversi Paesi europei, troveranno posto alla Hemp Boutique del Global Hemp Village al NoCo Hemp Expo, fiera giunta alla sua quinta edizione e che prende forma al The Ranch Events Complex di Loveland, in Colorado i prossimi 6 e 7 aprile.

Due giorni di fiera che ospiterà eventi e dibattiti di livello internazionale e vedrà anche il contributo proprio di Federcanapa, rappresentata dalla vicepresidente Rachele Invernizzi. La conferenza alla quale presenzierà, moderata dal direttore di Hemp Today Kehrt Reyher, vedrà la partecipazione dell’imprenditrice americana Kelly Knutsen, del fondatrice di Hempoint in Repubblica Ceca Hana Gabrielova, di Dhiraj K. Shah, cofondatore di SHIV, azienda che sta portando la bioedilizia in canapa in Nepal e l’imprenditrice indiana Harshaavardhan Redi Sirupa.

Redazione di canapaindustriale.it

commenti su facebook