BioponteSe la canapa può essere considerata virtualmente un ponte tra l’inquinante edilizia tradizionale ed un nuova bioedilizia più attenta all’ambiente ed alla salute di chi vi abita, in Olanda è stata utilizzata per creare la prima struttura di questo tipo al mondo.

Parliamo di una passerella che è stata costruita per attraversare un fiume che scorre nei pressi dell’Università della tecnologia di Eindhoven. “Da quello che sappiamo”, ha spiegato alla Reuters Rijk Blok, assistente professore di progettazione strutturale dell’università e responsabile del progetto, “è il primo ponte al mondo realizzato con materiali naturali“. I materiali utilizzati sono appunto canapa e lino, e si tratta di un esperimento per verificare la capacità portante di questi materiali.

Le fibre di canapa e quelle di lino sono unite da una resina che le fissa al nucleo di acido polilattico – un materiale di origine vegetale – per formare l’arco del ponte lungo 14 metri.

Nel progetto, che ha coinvolto diverse università ed aziende olandesi, si stanno utilizzando dei sensori per monitorare le prestazioni del ponte per un anno verificando le reazioni della struttura al passaggio di persone che corrono o camminano.  Prima della costruzione erano stati effettuati dei test in laboratorio che avevano rivelato che il ponte potrebbe resistere ad un carico di 500 chilogrammi per metro quadrato.

“La nostra ricerca era tesa a capire se questi materiali potessero avere una capacità di carico strutturale, e questo ponte ne è la prova”, ha concluso Blok.

Redazione canapaindustriale.it

commenti su facebook